Uovo si Uovo no
01-10-2006

Ci sono aziende che non riescono a pensare un mix da rullare senza questo componente, tante altre lo hanno eliminato completamente… Da che parte sbattere la testa? Io credo nell’efficacia dell’uovo, fino ad oggi è sempre stato presente nelle mie boiles. Quello che voglio è diminuirne la quantità infatti se fino ad ora ho utilizzato circa 1 uovo ogni 100 gr di mix vorrei cercare di abbassare notevolmente questo valore…

Come fare???
1 Agli albori del carp fishing colui che ha pensato di creare delle boiles per primo ha impiegato il mais la soia il semolino il pastoncino la farina di pesce ed altro per tenere insieme l’uovo?

2 Ha adoperato l’uovo per tenere insieme queste farine per far si di poterle innescare sotto forma di boiles nel capello?

3 Quanto si conosceva della carpa come pesce all’inizio sul suo modo di digerire?

4 Quale supporto tecnico ci poteva essere da parte anche di ditte o da addetti del settore?

5 Oltre all’uovo in quel periodo cosa altro c’era?

6 Quante boiles può mangiare una carpa?

7 E con le boiles quante uova?

8 Perché ad un essere umano sano viene consigliato di mangiare non più di due uova alla settimana ( pero le uova non devono essere cotte in quanto le uova contengono ferro e zolfo due minerali che ad alte temperature si trasformano in solfuro di zolfo o di ferro “”ora non mi ricordo bene”” diventando una sostanza venefica, per cui prima va fatta bollire l’acqua e poi si spegne il fuoco e si inserisce l’uovo per dieci minuti).

9 Perché nei mangimi per pesci non e’ presente l’uovo?

10 Sono più pesanti da digerire 100 grammi di riso o 100 grammi di tagliatelle all’uovo?

11 Da un senso di sazietà di più una brioche alla marmellata od una brioche alla crema?

12 Acidifica prima e conseguentemente si deteriora prima, un alimento privo di uova od un alimento con all’interno delle uova?

E potrei continuare all’infinito ma mi sono rotto le uova……

Volevo proprio sentirmi rispondere questo, infatti pure io avevo fatto questa considerazione sul fatto che noi umani abbiamo una quantità molto bassa per settimana e nella mia testolina mi era venuto qualche dubbio che forse usare meno uova è meglio.
Ora però per farle legare in cottura come fare? Io non dico eliminarla completamente ma diminuirne il più possibile…
Mah ci sono molte opinioni in riguardo all’uso dell’uovo; dico solo la mia per esperienza personale e sul campo; Io uso le uova o albume d’uovo, poi avrei trovato il sistema di impastare le boiles con l’acqua o meta acqua + uova, comunque sia, ho sempre preso; Dunque il mio cervello a smesso di scervellarsi con questo dilemma.. Preparo vado e pesco e basta…

Comunque e solo la mia considerazione….Ieri ho fatto qualche esperimento sono riuscito a dimezzare le uova… Ora è da provare in pesca come tengono! Infatti a mio avviso e’ bene a volte non cimentarsi in cose che non si conoscono ad affidarsi più all’esperienza prima di effettuare cose che alla fine potrebbero ritorcersi per la salute del pesce, voglio solo riportare un esempio adesso e di moda parlare e sopratutto o forse più sparlare, ho letto che la fibra aiuta la digestione, giusto per fare un esempio, ma non ho letto che cosa sia la fibra, o perlomeno quali sono le caratteristiche della fibra vegetale,e voglio porgervi questa riflessione: La fibra vegetale accelera il transito intestinale, non da energia e non ha proprietà’ nutriente, non viene assorbita ed ha solo la particolarità di regolare il corretto funzionamento dell’organismo, Di fibre vegetali ne esistono due categorie, quelle Solubili e quelle Insolubili.
– Le fibre Solubili contribuiscono all’eliminazione del colesterolo e rallentano l’assorbimento dei carboidrati.
– Le fibre vegetali Insolubili riducono il tempo di transito intestinale delle feci, Aumentano la massa fecale; Riducono l’utilizzo delle calorie e dei grassi ed altre proprietà’ che preferisco non elencare, ma che come quelle sopra nulla hanno a che vedere con la digestione.

Ma quello che viene non detto di dire ma che per me’ ha un’importanza fondamentale e’ che una dieta troppo ricca di fibre può causare qualche problema, infatti se consumate in grandi quantità possono ridurre l’assorbimento intestinale di principi nutritivi fondamentali, quali magnesio, ferro, calcio e zinco causando un gonfiore intestinale e dando un senso di sazietà il quale non induce certo all’alimentazione.

Bene dopo questa piccola riflessione mi sapete dire quale rapporto ci può essere tra la fibra e la digestione? Se per digestione si intende quel processo di assimilazione dei principi nutritivi! e non mangiare ed andare al bagno!

Che la fibra sia importante e’ un dato di fatto ma senza rivolgersi ad un nutrizionista vi posso dire che 100 grammi di farina di arachidi tostata contiene 9,89 grammi di fibra insolubile e 1,03 grammi di fibra solubile che sommata al contenuto di fibra delle altre farine è più che sufficiente come apporto di fibra e concedetemi un O.T. Io personalmente so’ che il mio carattere e’ formulato in due parti la prima e’ talmente umile che ascolta e impara sempre da tutti ma la seconda e’ talmente presuntuosa che non ascolta i teste da c…o!!

In me purtroppo e’ sempre più grande la voglia di smettere quando sento parlare e sopratutto quando sento paragonare l’essere umano che ha uno stomaco ad una carpa che ne e’ priva, senza valutare e sopratutto sapere che la digestione perché’ avvenga la necessita di determinati enzimi i quali possono essere ESOGENI od ENDOGENI.. Io nel mio essere ignorante, valuto il mio pensiero che effettivamente quando ti dicono 10 uova/kg di mix sono tantissime..
Se una carpa di taglia media mangia anche solo mezzo chilo di palline sono 5 uova in una giornata,…ed io che peso dieci volte più di lei ne mangio non più di una o due e non certo tutti i giorni… Però è anche vero secondo me che essendo la pallina un elemento complementare e non naturale nella dieta della carpa, il fatto che abbia valori nutrizionali importanti potrebbe anche essere una buona cosa…
Mi spiego meglio se nell’arco di un mese un pesce trova boiles come alimento (anziché tutto quello che la natura gli offre di consueto), diciamo una volta o due a settimana, sarà ben felice di fare scorta di energie;
Se invece questo avviene tutti i santi giorni dopo poco si sarà nauseata, come noi nei giorni di pranzi e cene a ripetizione.

E quindi cerco di far cosi: metto massimo 4 uova per kg negli impasti destinati alla pasturazione, e compensando con un po’ di farina di soia in più che è molto legante riesco ad ottenere anche una discreta compattezza d’insieme. Poi se è troppo secco aggiungo ovviamente acqua;
Nell’impasto per le palline da innesco (quel chiletto e mezzo), invece preparo la base liquida e aggiungo mix fino alla consistenza ottimale senza aggiungere acqua tanto sono da innesco comunque non le ingoiano e vado a migliorare le proprietà meccaniche della pallina.

Poi come detto dal Sapientone ci sono un milione di motivi per sconsigliare l’utilizzo delle uova.. Inoltre ci sono ampi strumenti per compensarne appieno l’apporto nutrizionale Ma qui il passo dell’eliminazione totale dell’uovo è ancora una questione di scelta personale, che va maturata da ognuno di noi, secondo le sue convinzioni ed esperienze..
perché tanto se uno non è convinto a far le palline senza uova poi gli viene il rimorso: “ho fatto bianca ecco colpa delle uova le dovevo mettere.. sapevo io…”E invece non sapeva proprio una fava perché magari l’ha fatto per sentito dire.. Se uno proprio desidera aumentare la percentuale di fibre in un mix aggiungendo del germe di grano senza tanto complicarsi la vita ha risolto il problema. Tranquilli che io non mi offendo e tanto meno vado in cerca di sostegno, anzi la mia voglia di dare un taglio a molte cose e’ proprio dettata dal fatto che a volte mi ritrovo involontariamente a contatto con realtà che non mi appartengono, penso che di farine ne ho mischiate anche troppe, e tutte con la consapevolezza ricercandone le proprietà, ho rotto i “marroni” a troppi addetti del settore che penso che quando vedevano il mio numero di cellulare gli prendeva il panico, adesso col PC. molte cose sono più facili, a volte io mi pongo forse in modo sbagliato o forse in me’ c’e’ una grossa nostalgia dei tempi passati.

L’arabica oltre ad essere una gomma che di certo non fa bene al pesce e’ un collante idrosolubile e si scioglie in acqua per cui non riesce a far rimanere coeso l’impasto quando lo cucini e se anche ci dovessi riuscire hai delle palline che in acqua durano veramente poco..Però può essere un ottimo prodotto da adoperare come addensante per fare delle paste a base di attrattori in polvere da mettere intorno alla pallina da innesco, anche qui naturalmente per il breve utilizzo perché’ essendo molto solubile in acqua tende a sciogliersi in breve tempo ma riesce a differenziare la pallina da innesco da quelle in pastura rendendola molto attrattiva nel breve termine..

DIP ALTERNATIVO

Il Dip soprattutto adesso che è inverno è un’arma in più per entrare velocemente in pesca e attirare il pesce sul nostro innesco e siccome siamo tutti “sfigati e senza soldi” io vi propongo alcuni Dip alternativi per coprire un po’ tutti i Vostri gusti prima i più originali..

  • Esche al pesce (ma anche spezie), quando mangiate il tonno in scatola mettete da parte l’olio..
  • Esche frutta e crema: top in (quello per guarnire i gelati) della fabbri,i gusti fragola, cioccolato, amarena, e nocciola, ma lo Si trova anche della Nestlé, ecc..
  • Esche spezie/carne : la parte brodosa della Simmental (scaldata poi resta cremosa)..
    nb. vanno già bene così ma volendo sono tutte addizionabili con zucchero/melassa o chi preferisce betaina ed altri attrattori a seconda della capienza del portafoglio..

poi le classiche:

  • Base di acqua e zucchero (andate a occhio con le proporzioni è la cosa migliore l’importante è che il composto sia cremoso, comunque basta veramente poca acqua)..
  • qualche goccia di aroma a tema (io uso anche quelli da supermercato il migliore è lo Spumadoro agli agrumi per le esche fruttate o birdfish).. Volendo esagerare betaina..
  • nb. su quelle alle spezie ci sta bene un po’ di pepe in polvere ma occhio a non esagerare max. 1/2 cucchiaino a vasetto, buona anche cannella e paprika e noce moscata..

Voi che Dip usate? Dite la Vostra, e non ditemi che fate a meno perché non volete ungervi ogni volta le dita….

Mogno Massimo

Tuorlo
Tuorlo
Albume
tuorlo e albume
uovo
uovo
confezioni
confezioni e mix
pacchi di uova
cartoni di uova
Rotura
uova in bacinella
Sbattimento
sbattere

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
Instagram
Telegram